News

La gestione strategica dell´innovazione

Bologna Business School (BBS) presenta un corso sulla gestione strategica dell´innovazione.

Il programma, articolato in 4 moduli per complessive 8 giornate d’aula, approfondisce tematiche legate alla definizione delle strategie tecnologiche, l’individuazione delle fonti interne ed esterne di nuove idee, l’ottimizzazione della composizione del portafoglio progetti, l’organizzazione efficace del processo sviluppo nuovi prodotti, il Design Thinking e la comprensione dei bisogni dei clienti, oltre alla protezione del valore creato dall’innovazione.

In veste di docenti  Federico Munari, Professore Ordinario di Gestione dell´Innovazione e dei Progetti (Università di Bologna
federico.munari@unibo.it) e Lucia Chierchia, Head of Innovation Hub (Electrolux Group, lchierchia74@gmail.com).

Il corso, in lingua italiana, si tiene nella sede della BBS (Villa Guastavillani, via degli Scalini 18 Bologna) dal 26 gennaio.

Le iscrizioni sono aperte fino al 22 gennaio 2018.

http://www.bbs.unibo.it/hp/open-program/technology-and-innovation-management/

ELETTRONICA | MECCANICA | TELECOMUNICAZIONI | INFORMATICA | MICROELETTRONICA | ELETTRONICA DI POTENZA | SENSORISTICA | MULTIMEDIA | DESIGN | EVENTI | ELECTRONICS | MECHANICS | TELECOMMUNICATIONS | INFORMATICS | MICROELECTRONICS | POWER ELECTRONICS | SENSORISTICS | EVENTS

Intelligenza Artificiale e Machine Learning

Intelligenza Artificiale e Machine Learning al centro del workshop di venerdì 15 dicembre, dalle ore 15.00,  nella sede di Rinnova Romagna Innovazione, a Forlì in corso Garibaldi 49.

Ad affrontare il tema sarà Davide Maltoni, professore ordinario dell´Università di Bologna, docente di Machine Learning e responsabile dell´Unità organizzativa di sede (UOS) Cesena - Dipartimento di Informatica - Scienza e Ingegneria.

L´incontro è organizzato da Percorsi Erratici, in collaborazione con Rinnova: dopo la registrazione dei partecipanti, introdurranno l´incontro Silvia Montanari, presidente Percorsi Erratici e Luca Bartoletti, manager di Rete.

A presentare le attività e i progetti in corso di Romagna Innovazione sarà il direttore Mario Farnetti, affiancato dal project manager Matteo Campana.

Alla relazione di Davide Maltoni seguirà un momento riservato alle domande e alle richieste di approfondimento da parte dei partecipanti, con chiusura del lavori prevista per le ore 18.00.

Le imprese interessate possono trasmettere Nome e Cognome degli ospiti a innovazione@ciseonweb.it

 

ELETTRONICA | MECCANICA | TELECOMUNICAZIONI | INFORMATICA | MICROELETTRONICA | ELETTRONICA DI POTENZA | SENSORISTICA | MULTIMEDIA | DESIGN | EVENTI | ELECTRONICS | MECHANICS | TELECOMMUNICATIONS | INFORMATICS | MICROELECTRONICS | POWER ELECTRONICS | SENSORISTICS | EVENTS

Da Industria 4.0 a Impresa 4.0: secondo atto della rivoluzione digitale

Da Industria 4.0 a Impresa 4.0: secondo atto della rivoluzione digitale è il titolo del seminario che Confartigianato Cesena - Forlì - Ravenna - Rimini organizzano per mercoledì 6 dicembre alle ore 17.30, nella sede Confartigianato di Ravenna, in viale Berlinguer 8.

 

I relatori presenti all’incontro cercheranno di spiegare ai partecipanti come “Impresa 4.0” sia una vera rivoluzione, che può offrire alle imprese innumerevoli opportunità. Per affrontarla nel modo migliore è però necessario comprendere che ci sono anche rischi, che vanno opportunamente valutati; per fare questo occorre aumentare il livello di consapevolezza delle sfide che questa “rivoluzione digitale” impone.
Con lo scopo di guidare ed accompagnare le imprese in questa ormai inevitabile trasformazione digitale, durante il seminario sarà presentato il nuovo servizio “DIH Romagna: la risposta operativa di Confartigianato” a questa nuova rivoluzione.

Introduce Tiziano Samorè, segretario Confartigianato della Provincia di Ravenna, con l´intervento di Paolo Manfredi, responsabile Innovazione Confartigianato Nazionale, su "Industria 4.0 - Digital Innovation Hub: il progetto di Confartigianato", seguito dalle testimonianze di Autofficina Biondi di Biondi Massimo & C. snc e PIC.ASSO srl.

Tra i relatori anche Elisabetta Pistocchi (direttore Formart Emilia-Romagna) su "La formazione in impresa 4.0"; Stefano Torelli (responsabile area business di Romagna Innovazione scarl), su "Internet of Things e industria 4.0, un´opportunità per le piccole imprese"; Rossano Codeluppi (esperto Industria 4.0 di Romagna Innovazione scarl) su "Industria 4.0, iperammortamento come strumento per la crescita delle PMI" e Marcello Martini (responsabile fiscale Confartigianato della Provincia di Ravenna), che presenterà le agevolazioni fiscali.

La partecipazione è gratuita, previo invio della propria adesione inviando la scheda d´iscrizione alle mail:

info@confartigianatofc.it
confartigianato@confartigianato.fo.it
info@confartigianato.ra.it
info@confartigianato.rn.it

ELETTRONICA | MECCANICA | TELECOMUNICAZIONI | INFORMATICA | MICROELETTRONICA | ELETTRONICA DI POTENZA | SENSORISTICA | MULTIMEDIA | DESIGN | EVENTI | ELECTRONICS | MECHANICS | TELECOMMUNICATIONS | INFORMATICS | MICROELECTRONICS | POWER ELECTRONICS | SENSORISTICS | EVENTS

Start Cup 2017: premio locale all´impresa Chiocciole di Lumacheto

Il progetto d’impresa Chiocciole di Lumacheto di Maria Assunta Mini è stato individuato da Rinnova Romagna Innovazione, in collaborazione con Centuria Agenzia Innovazione Romagna, come vincitore del premio locale della business plan competition Start Cup 2017.
La consegna ufficiale del riconoscimento si è tenuta nella sede di Rinnova, a Forlì in corso Garibaldi 49, lunedì 6 novembre alle ore 17.00, con il presidente dott. Giuseppe Baldetti e il direttore generale ing. Mario Farnetti. Il premio dà diritto ad un contributo in conto esercizio di mille euro, oltre a servizi specialistici di tutoraggio e/o assistenza tecnica erogati da Rinnova e Centuria.

Il progetto
Chiocciole di Lumacheto è una startup nata nella primavera 2017 incentrata sull´allevamento di chiocciole destinate al consumo alimentare con il Metodo Cherasco, a ciclo naturale completo con alimentazione esclusivamente vegetale. Per ora è attivo solo un "recinto pilota" situato a Rocca San Casciano, in via Monte Colombo 8, propedeutico ad un allevamento più grande, nello stesso Comune, nel podere Lumacheto. La struttura, di 203 metri quadri, dotata di impianto di irrigazione da pozzo, è conforme al disciplinare del metodo di allevamento e dispone, in prossimità immediata, di terreno per la coltivazione dell’alimentazione complementare delle chiocciole: girasoli e colza innanzitutto, ma anche zucchine e mele.
La prospettiva a breve termine è di affiancare a questa piccola struttura pilota un allevamento di 3600 metri quadri (estendibile a 8750) e poi aggiungere, alla fine del primo ciclo, l’attività di estrazione della bava con il sistema Muller One, innovativo metodo che rispetta il benessere delle chiocciole preservando la loro vita e le proprietà naturali del prodotto. La bava sarà prioritariamente conferita all´Istituto di elicicoltura di Cherasco; parallelamente, Chiocciole di Lumacheto contribuirà a commercializzare i prodotti cosmetici e i dispositivi medici S’agapò, a base di bava estratta con il Muller One.
Sul fronte divulgativo e didattico, Chiocciole di Lumacheto ha già partecipato ad un´iniziativa del Centro Italiano Storytelling e prevede l´organizzazione di cene tematiche e momenti narrativi sul sorprendente mondo delle chiocciole.

Maria Assunta Mini
La titolare è laureata in Economia, con alle spalle una storia professionale “urbana”, in Italia e in Algeria, fatta di traduzioni, progetti di cooperazione, missioni commerciali.
"Ricca di un variegato periplo socio-professionale - si legge nella presentazione della sua start up - voglio tornare nella campagna dove sono nata, per realizzare attività che traducano i valori di rispetto del territorio e ricerca del ´sapere´, producendo reddito ed occasioni di incontro e condivisione".

Perché le chiocciole?
Il mondo delle chiocciole si apre su attività e settori diversi: allevamento e agricoltura sostenibili, tecnologia, cosmesi, farmacopea e ricerca scientifica, gastronomia, wellness, marketing e pubblicità. E raccoglie altrettante storie, da scoprire, condividere e narrare.
"Le chiocciole sono animaletti straordinari - afferma Maria Assunta - fonte di proteine ´sane´ e di bava utilizzabile per il nostro benessere. Il metodo Cherasco prevede l´allevamento all’aperto, alimentazione vegetale, rispetto del ciclo biologico naturale della chiocciola. Servono un po’ di terreno, acqua, fondi per costruire l’impianto, tanto lavoro e pazienza. L’Istituto di elicicoltura di Cherasco offre consulenza continua ed è un luogo fisico e virtuale di incontro, di scambio di esperienze e idee, di iniziative di formazione, promozionali e didattiche”.
La bava prodotta dalle chiocciole contiene proteine fondamentali come l´elastina e il collagene, che costituiscono l´impalcatura dei tessuti e gli conferiscono tono ed elasticità, oltre a dei mucopolisaccaridi caratteristici (GAG o glicosamminoglicani). La bava contiene inoltre le vitamine A, C, E con proprietà antiossidanti e B1 e B6 che contribuiscono al rifornimento energetico dei tessuti. In parole povere, la bava di chiocciola è efficace contro le rughe, il rilassamento dei tessuti, le irritazioni e le lesioni cutanee, idrata e protegge la pelle e funziona contro la tosse e come gastroprotettore.

Start Cup Emilia-Romagna
È una business plan competition dei Centri di ricerca e delle Università dell’Emilia-Romagna gestita e coordinata dalla società consortile ASTER, istituita per favorite la nascita di nuove imprese ad alto contenuto innovativo sul territorio regionale. L´edizione 2017, conclusasi con le premiazioni regionali del 12 ottobre scorso, ha raccolto 136 progetti presentati da 270 partecipanti. Tanti sono stati i contributi messi in palio, tra cui anche quello di Rinnova Romagna Innovazione, che in collaborazione con Centuria Agenzia Innovazione Romagna ha premiato l’inventiva scaturita da Forlì e comprensorio.


 

MULTIMEDIA | EVENTI | EVENTS